Il Freemium Model e la pubblicità

15 05 2007

Il modello Free tipico del Web, grazie alle dinamiche 2.0, si è evoluto, differenziando l’offerta con un duplice approccio: in primis, alla fase di sottoscrizione di un nuovo servizio, l’utente ha accesso gratuito a tutte le principali funzioni del sistema, con la possibilità di richiedere funzionalità “premium” a pagamento. Questo modello, piuttosto comune attualmente, permette alle start-up di ampliare velocemente la propria base utenti, garantendo l’accesso gratuito alle funzioni di base (tipicamente finanziate dall’advertising) e migliorando il prodotto tramite i canoni (mensili o annuali) finanziati dalle sottoscrizioni della parte più attiva della propria community di utenti. Tipicamente il servizio Basic Free è un costo di marketing per la società, che appunto viene ribaltato sugli utenti Premium.
In realtà a quanto dicono le prime analisi il modello Freemium in Italia sembra funzionare e principalmente grazie alla parte Free. Il Sole 24 Ore qualche giorno fa ha riportato un interessante articolo in cui presenta una ricerca condotta a livello europeo da Metrix Lab per conto di Microsoft su un campione di 1.600 persone. La ricerca evidenzia che i fruitori dei servizi Web 2.0 costituiscono un target molto appetibile per le politiche pubblicitarie e di branding: a livello italiano, in particolare, è emerso che il 28% di loro commenta le inserzioni pubblicitarie, mentre al 34% capita di inoltrarle al proprio gruppo di amici. I dati più interessanti arrivano però dalle fasce orarie di fruizione dei servizi Web 2.0: il 44% degli utenti europei (29% in Italia) naviga su questi siti generalmente dalle 20 alle 23, ovvero in diretta concorrenza con la fascia di “prime time” televisivo. Ma anche se per il momento l’audience televisivo non è ancora stato pesantemente intaccato da queste dinamiche, è lecito ipotizzare che lo stato di cose possa cambiare nell’immediato futuro.
Ad ogni modo, lo sviluppo del fenomeno del Social Networking comincia a diventare un affare molto serio, soprattutto per il mercato pubblicitario; ciò ingenererà sicuramente, in alcuni casi di successo, il possibile ritorno ad un modello di business totalmente Free.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: